Alla luce della grave emergenza nazionale che purtroppo non ha risparmiato la nostra città, in pieno spirito collaborativo e propositivo i consiglieri di minoranza Emanuele Calvi, Erik Molteni, Gianluca Pignatelli, Cristina Ronchi e Laura Rossoni hanno inviato al Sindaco, alla Giunta e a tutto il Consiglio  comunale un documento con una serie di proposte utili per Treviglio e per i trevigliesi.

1. Tasse e Tributi
_ il rimborso per i contributi al servizio mensa scolastica delle quote per il periodo non usufruito;
_ il rinvio del pagamento delle prime tre rate del 2020 degli affitti e delle concessioni dovute al Comune per gli immobili di sua proprietà assegnate ad attività commerciali e alle imprese. La valutazione dello stralcio del pagamento delle prime due rate del 2020 dell’affitto dovute al Comune per gli immobili di sua proprietà a chi, per ragioni incolpevoli, ha subito una riduzione del reddito da attività lavorativa. Stralcio del pagamento del periodo gennaio-giugno 2020 per associazioni culturali, giovanili, sportive e del tempo libero che non hanno usufruito del servizio;
_ la facoltà di dilazionare il pagamento della Tari in 4 rate invece che due; in alternativa, lo slittamento del pagamento nella seconda parte dell’anno
_ Rinvio o stralcio acconto IMU per i proprietari di immobili che nei medesimi svolgono la propria attività commerciale, artigianale, industriale o professionale nel caso abbiamo optato per la chiusura della stessa per più di quindici giorni.
Stralcio acconto IMU per i proprietari di immobili dati in locazione a soggetto che nei medesimi svolgono attività commerciale, artigianale, industriale o professionale nel caso in cui questi ultimi, a causa della chiusura delle attività (volontaria o obbligatoria) abbiano difficoltà a versare il rateo del canone di locazione e la proprietà rinunci espressamente all’incasso dello stesso. Con il limite che la riduzione IMU non superi per valore l’importo del credito locativo oggetto di rinuncia.
_ l’esenzione dal pagamento della sosta per tutte le figure sanitarie iscritte all’Ordine dei Medici, degli Infermieri e dei Farmacisti e gli operatori sanitari “quando sono in servizio”.
_ apportare le necessarie variazioni di bilancio per spostare fondi già stanziati per iniziative non ancora iniziate e non prioritarie, a favore dell’emergenza in corso.

2. Rete dei volontari
_ Costituire un punto di riferimento per organizzare la disponibilità di volontari per i vari servizi verso chi è più fragile (consegna spesa e medicine, contatto telefonico periodico…), tutelandone sicurezza e salute.
_ Costituzione di un fondo comunale per sostenere coloro che, con reddito basso, hanno avuto ulteriori problemi dalla riduzione delle opportunità di lavoro
_ Costituzione di un fondo di solidarietà per le imprese, i commercianti, le associazioni e il terzo settore

3. Immobili
_ Definire la disponibilità di immobili comunali per eventuali urgenze legate alla necessità di reperire luoghi per la cura dei pazienti nelle diverse fasi.

4. smart working
_ Dove le mansioni lo permettono, per i dipendenti comunali

Categorie: Notizie

0 commenti su “Alla luce della grave emergenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Notizie

#iorestoacasa FAQ

Alcune risposte a domande frequenti su come comportarsi: FAQ_iorestoacasa.pdf.pdf  

Circolo

Ancora capannoni all’orizzonte

  Lo sforzo di ogni amministrazione, indipendentemente dall’appartenenza politica, è quello di affrontare i problemi e lasciare, se possibile, qualcosa di bello nella città. Per noi, che abitiamo in una zona tra le più inquinate Leggi tutto&ellip;

Circolo

La Giunta Imeri muove verso la città-supermercato

L’Amministrazione comunale incontra la cittadinanza e inizia di fatto la sua campagna elettorale verso le elezioni del 2021. Saranno i cittadini a dire la loro ma intanto, fuori dalle tifoserie, non ci sembra di percepire Leggi tutto&ellip;